PERCORSI
Sul litorale grossetano c'è una terra che ha il fascino degli scampati.
Salvata dal cemento e dagli uomini, dall'inquinamento e dalle offese del tempo. È la zona meno popolata dell'Italia continentale, un pezzo di mondo selvaggio, fatto di grandi spazi dove si muovono mandrie allo stato brado, baie solitarie dove pascolano daini e cervi, boschi dove si nascondono volpi e cinghiali. Un posto protetto da decine di riserve naturali, dimenticato dagli uomini, che sono andati ad abitare qualche chilometro più in là, negli splendidi borghi antichi disseminati sulle colline. Forse per questo la bassa Maremma di costa, distesa lungo l'Albegna e l'Ombrone, allungata in mare a pugno sull'Argentario, va scoperta con l'animo dei viaggiatori di un tempo.
A piedi, in barca o in sella a un cavallo.

Numerosi sono i percorsi culturali e naturalistici, per saperne di più ed essere informati potete consultare online il portale ufficiale della provincia di Grosseto: www.provincia.grosseto.it

agriturismo argentario economico
L' ARGENTARIO: le spiagge, calette, baie

Per apprezzare al meglio il mare dell'Argentario vi consigliamo di noleggiare una piccola barca o un gommone a Porto Santo Stefano o a Porto Ercole, potrete così costeggiare il promontorio ed ammirare la calette più nascoste, le grotte, gli isolotti o le spiagge accessibili solo dal mare e quindi mai eccessivamente affollate.
Tuttavia per coloro che non hanno intenzione di imbarcarsi, indichiamo di seguito alcune calette e spiagge dell'Argentario raggiungibili anche via terra.

Un grande vantaggio dell'Argentario è quello di offrire baie riparate dai venti in qualsiasi condizione meteo, quindi per prima cosa è consigliabile osservare da che parte tira il vento, e poi optare per la costa sud nel caso di venti battenti da nord o la costa nord nel caso di venti battenti da sud. Se vi intendete poco di venti, chiedete consiglio ai vecchi lupi di mare che sicuramente incontrerete nei pressi del porto, non mancheranno di darvi un buon suggerimento.
Se cercate le spiagge di sabbia con fondali che declinano dolcemente, la scelta dovrà cadere sulla Giannella o sulla Feniglia (sono i due Tomboli che collegano l'Argentario alla terra ferma).